Ma adesso anche Jung?? (Pensiero)

Autore: Mary Muratori

Ebbene sì, un grafologo si basa anche su Jung. In modo particolare sulle 4 funzioni di Jung: Pensiero, Sensazione, Sentimento, Intuizione. Ma tiene altresì conto dell’aspetto Anima e Animus, ma di quest’ultimo ne parleremo poi.

Una delle cose fondamentali da dire è che Ippocrate, Jung e Freud sono concatenati tra di loro. E per spiegarvi meglio, ecco di seguito un bello schemino che ci ha suggerito (a noi studenti!) la mia insegnante per “individuare” le caratteristiche dei 3 su detti:

il Bilioso corrisponde per Jung al Pensiero;

il Sanguigno corrisponde al Sentimento;

il Nervoso corrisponde all’Intuizione;

il Linfatico corrisponde alla Sensazione.

Freud collega Ippocrate e Jung:

chi ha una scrittura Orale è associabile per Ippocrate al LinfaticoSanguigno e per Jung al Sentimento- Sensazione;

la scrittura Anale si associa di norma al BiliosoNervoso e Pensiero di Jung;

anche la scrittura Fallica si può associare al Sanguigno e Sentimento – Sensazione.

Come ho già più volte detto (arteriosclerosi galoppante lo so!!) dei tre “moschettieri” non c’è un elemento “puro”, di ognuno ci saranno comunque un po’ di orale e un po’ di anale, un po’ di linfatico e un po’ di sanguigno e, in modo particolare, con Jung saranno sempre presenti due delle 4 funzioni.

Inoltre con Jung ci sarà la funzione “principale” quella che lo scrivente userà di più per adattarsi al mondo e sentirsi a proprio agio, che avrà come suo opposto la funzione inferiore. Per esempio: chi avrà come funzione principale il Pensiero avrà come funzione “opposta” il sentimento. Chi avrà come funzione principalela Sensazioneavrà in opposizione l’intuizione. E ovviamente viceversa!

Complicato? Forse un po’.. ma quanto mi incuriosiscono questi intrecci!!!!!

Delineiamo in sintesi le 4 funzioni:

il Pensiero darà dominio al pensiero logico e la scrittura di norma sarà piccola e concentrata;

il Sentimento darà un giudizio affettivo e la scrittura potrà essere grande, addolcita, dilatata;

la Sensazione darà la percezione della realtà così com’è e la scrittura di norma si presenterà “pesante” e stabile;

l’Intuizione in alcuni casi anticiperà gli eventi e la scrittura sarà leggera, instabile e movimentata.

State prendendo appunti sì?? Su non vi addormentate! Stiamo per entrare nel mondo della funzione Pensiero!!!

Prima dell’immersione, le 4 funzioni sono distinte tra introverso ed estroverso. Secondola Boureille l’estroversione e l’introversione è captabile dal tratto. Secondo lei il tratto pastoso è utilizzato da chi è “estroverso” e il tratto nitido da chi è “introverso”.

Ed ora, pronti per leggere le caratteristiche di chi ha la funzione principale Pensiero?

Il Pensiero estroverso è maggiormente presente negli uomini più che nelle donne e avrà alcune delle seguenti caratteristiche:

– i fatti parlano da soli spiegabili su base logica

– analizza per poi costruire

– ha bisogno di dati concreti più che di ragionamenti astratti

– atteggiamento distaccato.

La funzione inferiore sarà sentimento (introverso) che sarà respinto nell’inconscio, ma può irrompere in modo incontrollabile ed inaspettato. Spesso porta a scelte d’amore indirizzate su un partner che è in grado di esercitare un potere profondo e misterioso, non sempre fautore di serenità.

In sintesi.. alla ricerca della Maga Circe!! J scherzo ovviamente!!

Il pensiero introverso avrà queste caratteristiche:

–         le valutazioni e le conclusioni partono tutte dal soggetto che ha una forte individualità

–         i “fatti” provengono dall’interno e sono lontani dalla concretezza

–         le teorie hanno sempre il primato sui fatti

Tenuto conto delle sue “teorie” può cadere in astrazioni sterili e soggettive.

La funzione inferiore sarà sentimento (estroverso) e questo lo spingerà verso l’altro con un’emotività ingenua e maldestra della quale ha paura. Quando questo irrompe, risulta infantile e spesso lo rende “preda” di un partner su cui abbia proiettato la parte non riconosciuta di sé (anima, animus). Tu hai quello che penso di non avere io!

In generale, la scrittura Pensiero si presenterà con alcune di queste caratteristiche:

–         sobria, semplificata

–         nitida

–         piccola

–         ariosa, ben spaziata o compatta per la concentrazione

–         legata, ricombinata

–         maiuscole tipografiche

–         firma semplice e senza ostentazione.

E per concludere … quale scrittura di quelle che vi ho presentato, assocereste per la funzione principale Pensiero? J

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: