La vita è una favola

Questo blog nasce come punto di incontro tra tre donne, tra grafologia, favole, arte, cucina e libri.

Abbiamo pensato con Mary (la grafologa) di fondere i temi insieme come esperimento creativo e di approfondimento.

Come? Ci stiamo lavorando e cerchiamo l’ispirazione. :O))

La mia ispirazione viene dalla strada, le mie favole e le mie illustrazioni nascono dall’istinto che mi bussa alla porta e mi dice “hey guarda così verrebbe davvero carino” oppure “siiii questa è la storia che voglio scrivere” e inevitabilmente, come è normale che sia, dentro poi ci sono tutta io, anima a copro, con le rispostae che in quel momento mi servono.

Magari l’input mi viene da due persone viste in metro (come nella favola “L’indiano con l’ombrello e la ragazza coi fiori“) ma poi in quei due c’è Stefania che sta vivendo la sua vita e nella favola ci trovo la risposta alla domanda che ho fatto a  me stessa.

Questo perchè le favole sono terapeutiche, lo sono sempre state, nascono come tentativo di affrontare le grande imprese della vita in una maniera più protetta e con il lieto fine che da sicurezza ma nel mentre ci arrivano messaggi subliminali, possiamo dire in un certo qualsenso che lavorano dentro di noi e ci danno forza, coraggio, intuizione.

Il percorso creativo della favola è meraviglioso attinge alla fantasia, alla realtà, al nostro passato e al nostro futuro e si arricchisce di quella componente magica cosi cara alla lettaratura sudamericana da cui ci provengono meravigliose favole romanzo.

Munari, Rodari e Luzzati con le immagini ci hanno regalato meravigliosi giochi per sviluppare la fantasia e creare, perchè con la fantasia è più facile risolvere anche i problemi di ogni giorno, si ha la capacità di trovare quella soluzione creativa che ci permette di uscire da un problema.

Chiamasi pensiero creativo.

L illustrazione delle mie fiabe seguono lo stesso percorso. Nascono dal nulla, o meglio da un pezzo di carta stracciata nel cestino, da una manata di colore del mio bambino, dalla carta del prosciutto o da un filo trovato per strada. Sono tutti messaggeri di immagini per me e da loro parto per creare l’illustrazione alla favola nata dalla quotidianità

Così sono, cosi mi esprimo.

Ora tocca a Mary che dalla mia espressione troverà l’immagine grafologica.

Annunci

4 thoughts on “La vita è una favola

Add yours

  1. ” Una volta il poeta Alexander Pushkin aprì un vecchio libro e vi trovò un fiore secco. Cominciò a chiedersi chi l’avesse colto, quando, in che campo, che profumo avesse. Sbocciarono dei versi.” (Ilya Kabakov, artista ucraino)
    Anche l’oggetto apparentemente più insignificante può trasferire un messaggio, provocare il pensiero, accendere la fantasia. Ma solo uno spettatore animato da sensibilità e cultura potrà cogliere e sfruttare queste sollecitazioni.
    Gran bel progetto il vostro, complimenti !!!

    1. Grazie Domenico, procediamo su piedi traballanti per trovare la sicurezza delle nostre parole. :O))) e le tue ci danno l’incoraggiamento per procedere.

  2. Pingback: tralerighenoi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: