Le parentesi tonde!

C’era una volta, una frase che viveva tra due parentesi tonde. Si sentiva stretta, tra quelle due parentesi, perché nessuno le dava importanza. Tutti leggevano le frasi prima e dopo ma nessuno si soffermava su quella tra parentesi perché le parentesi, a suo dire, rendevano la frase di poco conto, quasi invisibile.

DSCN3136

La frase si dispiaceva molto di questo. Pensava :”Se fossi tra due parentesi quadre o graffe sicuramente mi vedrebbero, sono così belle e decorate, invece queste parentesi tonde sono così banali, mi rendono invisibile. Uffa!” Ma la piccola frase, pur se molto dispiaciuta, non faceva nulla per uscire dalle sue parentesi.

La piccola frase era parte di una favola, una favola che parlava di principi e principesse draghi e castelli, un po’ come tutte le favole, insomma. La favola era parte di un libro bellissimo,oro e rosso di grande prestigio e viveva in una biblioteca immensa, dove ogni giorno milioni di persone venivano a cercare il loro libro.

Il libro di fiabe era sfogliato e letto molto spesso e la frase vedeva occhietti attenti e stupiti che scorrevano quelle pagine con meraviglia e attesa. Ma mai nessuno leggeva lei, o almeno cosi le sembrava. Lei aspirava a grandi onori e prestigi, forse voleva essere la favola stessa!

 

Un giorno stufa di tutto ciò decise di forzare le sue parentesi e uscire da esse affinchè tutti la potessero vedere. Con tutte le sue forze, spinse di qua e di là finchè le due parentesi non caddero giù dalla riga e andarono a finire vicino ad una virgola nella riga di sotto.

La frase era davvero molto felice, ora si che tutti si sarebbero accorti di lei e tronfia e spavalda attese il lieto evento.

Ma, la frase, senza la parentesi, non aveva più posto all’interno del periodo e rendeva la frase senza senso e dava alla storia un che di strano e confuso.

I bambini che leggevano quella favola, quando arrivavano alla nostra frase, perdevano il filo e scontenti giravano l pagina e ne iniziavano un’altra.

Triste e sconsolata, la frase si pentì di ciò che aveva fatto perché ora invece di leggerla, come lei sperava, i bambini erano tentati di cancellarla con una penna.

Un giorno, un bambino saccente e studioso, capitò su quel libro di favole così bello e quando arrivò alla nostra frase, prese una penna e la racchiuse la nostra frase tra due parentesi tonde e contento continuò la sua lettura. Ora le cose avevano ripreso il loro ordine. La frase aveva il suo giusto posto nel periodo e lei ora sapeva che il suo valore nel libro era importante, cosi come quello di ogni altra parola del libro. Ognuno aveva il suo compito lì dentro e ogni compito era importante. Il suo era di essere una piccola frase tra parentesi che spiegava e puntualizzava un punto importante della storia e senza la quale la storia non aveva più senso.

Fu orgogliosa del suo posto e delle sue parentesi e capì quanto importante è il ruolo di ognuno all’interno della storia, qualunque storia sia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: